1 Sono un ragioniere, il mio sogno è sempre stato quello di andare in America, ho mandato migliaia di curricula ma nessuno mi risponde. Che ne dici se vado in America con un visto turistico e cerco lavoro da lì?

Ma sei pazzo?

Primo, se vince le elezioni quello con il riporto ti fa un paio di scarpette di cemento e ti ributta subito in mare. Anche se lui non vincesse le elezioni ti beccherà l’immigrazione, ti espellerà e non potrai più rimettere piede in America.

Secondo: a meno che tu non abbia appena lanciato sul mercato un’app che farà macinare milioni di euro a qualche investitore della Silicon Valley (ma in quel caso si faranno vivi loro) devi solo sperare in un miracolo. I visti sono difficili da ottenere anche quando un’azienda ti vuole, devono prima dimostrare (mettendo annunci di lavoro e scartando candidature) che non riescono a trovare nessuno bravo come te in America. Se fai l’estetista è un po’ poco per convincere l’immigrazione americana.

Nessuno prenderà il rischio di assumere qualcuno che non conosce e che gli costerà migliaia di dollari in trafile burocratiche ed avvocati per il visti.

Terzo: se non avete specializzazioni rare e spendibili sul mercato americano (non serve sapersi toccare il naso con la punta della lingua o muovere le orecchie tipo Dumbo), oppure siete esperti di nanotecnologie lasciate stare. La crisi del 2008 ha lasciato i suoi segni anche in America. Di ragionieri competenti e disoccupati ce ne sono a migliaia anche qua.

2. Sei tanto carina e dolce, vorremo collaborare con te. Che ne dici se ti mandiamo due caciotte, le fotografi e ci fai tanta pubblicità?

Non accetto scambi o regali in cambio di una collaborazione. Ho un lavoro impegnativo per cui non ho nè il tempo e la voglia di fare l’Hare Khrisna. Il lavoro si paga. Punto e basta.

3 Sono un matematico ho fatto una tesi nella quale confuto in pieno le teorie di Nash (che a mio modesto parere sarebbe dovuto venire a lezione da me) e dopo il dottorato vorrei lavorare per un’azienda che collobora con la Nasa. Che visto mi consigli di fare?

Risposta: Boh.

Risposta 2: vai sul sito dell’ambasciata americana in Italia e troverai tutte le informazioni possibili ed immaginabili sui visti. Sono convinta che un mancato premio nobel come te non avrà difficoltà a capire in che categoria appartiene.

VISTI NON IMMIGRANT:https://ais.usvisa-info.com/it-it/niv/information/visa_categories

VISTI IMMIGRANT: http://italian.italy.usembassy.gov/visti/iv.html